Flusso di cassa: di cosa si tratta e come calcolarlo

La gestione del flusso di cassa è un punto nevralgico per il controllo economico-finanziario delle aziende. Il problema è che, ancora oggi, la gestione del cashflow avviene in modo manuale e macchinoso. Questo comporta una perdita di tempo, che l’imprenditore potrebbe altresì investire in attività più redditizie, ridurre l’altissimo rischio di errore, e anticipare eventuali crisi di liquidità. In questo articolo, parleremo delle peculiarità del flusso di cassa, e della sua importanza cruciale a livello aziendale.

Cos’è flusso di cassa? Significato e definizione

Per imparare a monitorare il flusso di cassa, ovvero l’andamento delle transazioni in modo funzionale al benessere della propria azienda, è utile conoscere il significato e le componenti del cashflow. 

Ma cos’è il flusso di cassa? ll flusso di cassa è l’indicatore finanziario che ritrae i movimenti di denaro in un determinato periodo. Questo include: i flussi di cassa operativi, legati alle attività principali dell’azienda, i flussi di cassa da attività di investimento e i flussi di cassa da attività di finanziamento. In altre parole, è un parametro che consente di svolgere un’analisi dell’evolversi di un’attività nel tempo, in relazione alla liquidità.

A differenza degli indici di liquidità – che rappresentano lo status quo finanziario di un’azienda in uno specifico istante – il flusso di cassa consente di dedurre le variazioni che avvengono nel tempo e ottenere una visione in divenire del proprio business.

Tipologie di flusso di cassa

I flussi di cassa si suddividono in tre categorie principali:

  1. flusso di cassa operativo: rappresenta il denaro generato dalle attività operative principali dell’azienda, come la vendita di prodotti o servizi. È indicativo della capacità dell’azienda di generare entrate sufficienti per mantenere le operazioni quotidiane;
  2. flusso di cassa da attività di investimento: include i flussi di cassa relativi all’acquisto e alla vendita di beni a lungo termine come immobili, impianti e macchinari. Questo tipo di flusso di cassa riflette le spese in conto capitale e gli investimenti futuri;
  3. flusso di cassa da attività di finanziamento: comprende i flussi di cassa derivanti dall’emissione e dal rimborso di debito e capitale proprio, come prestiti bancari e emissioni di azioni. Indica come l’azienda finanzia le sue operazioni e i suoi investimenti.

Calcolo del flusso di cassa

Il calcolo del flusso di cassa può essere effettuato utilizzando il metodo diretto e quello indiretto. Vediamo insieme che cosa prevedono:

  • metodo diretto: consente di calcolare il flusso di cassa sommando direttamente tutte le entrate e le uscite di cassa. È più dettagliato, ma richiede una registrazione precisa di tutte le transazioni di cassa;
  • metodo indiretto: è il più utilizzato, in quanto si basa sui dati del bilancio d’esercizio, che sono già disponibili. Questo metodo inizia con l’utile netto e apporta correzioni per elementi non monetari (come ammortamenti e accantonamenti) e variazioni delle attività e passività correnti.

Flusso di cassa operativo: formula del free cash flow

Il flusso di cassa operativo, noto anche come FCF, è particolarmente importante perché rappresenta il denaro che un’impresa può effettivamente utilizzare per espandere le operazioni, pagare i dividendi o ridurre il debito. Il FCF (acronimo di free cash flow) viene calcolato utilizzando questa formula:

FCF= Flusso di cassa operativo − Spese in conto capitale

Dove, il flusso di cassa operativo rappresenta il denaro generato o utilizzato dalle attività quotidiane di un’azienda nel corso del tempo, come vendite, raccolta crediti e spese operative; mentre le spese in conto capitale rappresentano gli investimenti a lungo termine per migliorare o espandere le capacità operative dell’azienda, come l’acquisto di attrezzature o immobili. In generale, un FCF positivo indica che l’azienda genera più liquidità di quanto ne spenda in investimenti a lungo termine, il che è un segnale di buona salute finanziaria.

Importanza del cash flow per le aziende

Sono diverse le ragioni per cui la gestione del flusso di cassa è cruciale. Ecco le principali:

  1. liquidità: la gestione accurata del flusso di cassa assicura che l’azienda disponga di fondi sufficienti per coprire le spese operative quotidiane e le emergenze finanziarie;
  2. pianificazione e controllo: il cash flow fornisce una base per la pianificazione finanziaria e il controllo, permettendo ai manager di prendere decisioni informate su investimenti, finanziamenti e gestione delle risorse;
  3. valutazione aziendale: gli investitori e gli analisti finanziari possono utilizzare il flusso di cassa per valutare la capacità di un’azienda di generare liquidità nel tempo e, di conseguenza, il suo valore intrinseco.
  4. solvibilità e rischio: un flusso di cassa stabile e positivo riduce il rischio di insolvenza, aumentando la fiducia di creditori e investitori.

Differenza tra cash flow e utile di esercizio

È importante distinguere tra flusso di cassa e utile di esercizio. L’utile di esercizio, o utile netto, rappresenta il profitto contabile di un’azienda dopo aver dedotto tutte le spese dai ricavi. Tuttavia, l’utile di esercizio non tiene conto delle variazioni di cassa dovute a crediti, debiti e altre attività non monetarie.

Il flusso di cassa, d’altra parte, riflette le effettive entrate e uscite di denaro, offrendo un quadro più realistico della situazione finanziaria dell’azienda. Per esempio, un’attività può avere un utile netto elevato, ma un flusso di cassa negativo a causa di elevati crediti non riscossi o spese in conto capitale significative.

Come migliorare la gestione dei flussi di cassa

Insomma, gestire efficacemente i flussi di cassa è fondamentale per il successo aziendale. In questo paragrafo, ti mostriamo alcune strategie per migliorare la gestione del flusso di cassa, da mettere subito in pratica:

  1. monitoraggio costante: tieni traccia dei flussi di cassa con report periodici per identificare e affrontare tempestivamente eventuali problemi di liquidità;
  2. gestione dei crediti: implementa politiche rigorose per la riscossione dei crediti, riducendo i tempi di pagamento e migliorando il turnover del credito;
  3. controllo delle spese: riduci le spese non essenziali e ottimizzare i costi operativi per migliorare il flusso di cassa operativo;
  4. pianificazione accurata: prevedi le esigenze future di cassa attraverso una pianificazione finanziaria dettagliata, includendo scenari di contingenza per imprevisti;
  5. finanziamento strategico: utilizza opportunamente linee di credito e finanziamenti esterni per coprire esigenze di cassa a breve termine, senza compromettere la stabilità finanziaria a lungo termine;
  6. previsioni a medio e lungo termine: se finora hai considerato a sé ogni transazione, se non ti sei mai preoccupato di inserire il singolo movimento monetario all’interno di un flusso più complesso, cambia strategia! Avere una visione complessiva dei movimenti, ti consente di anticipare, per esempio, eventuali mancanze di liquidità, nonché di affrontare a mente fredda la criticità e trovare preventivamente un rimedio;
  7. tempi utili di incasso rispetto alle tue scadenze: se non riesci a incassare nelle tempistiche giuste per pagare le tue spese, il benessere della tua azienda può vacillare. Avere il flusso di cassa sotto controllo ti consente di evitare o, per lo meno, di tenere monitorata questa situazione;
  8. riserva di liquidità: crea una riserva supplementare salvavita nel caso di una crisi imprevista della liquidità;
  9. rimozione degli sprechi: analizza le voci di spesa per prendere scelte più mirate e strategiche, basate sui dati. 
  1.  strumenti digitali per la gestione della tesoreria:  specialmente quando l’attività dispone di più conti bancari, la compilazione manuale dei fogli di calcolo è un’attività complicata. Unisciti agli imprenditori che hanno scelto di adottare uno strumento per la gestione automatica del cash flow.

Sibill per la gestione automatica della liquidità

Con Sibill puoi categorizzare in modo automatico e personalizzato le tue transazioni, velocizzare il controllo dei trend di costi e ricavi e analizzare il flusso di cassa.

Inoltre, Sibill si collega velocemente e in totale sicurezza al tuo strumento di fatturazione, consentendoti di analizzare i movimenti e progettare in anticipo le tue azioni future.

In pochi clic:

  • Colleghi tutti i conti bancari per analizzare saldi e movimenti in un unico posto, in modo facile e in totale sicurezza secondo la normativa PSD2.
  • Colleghi i sistemi contabili per importare le fatture e ottenere la prima nota con un clic.
  • Automatizzi la previsione di cassa e anticipare problemi di liquidità.
  • Effettui la riconciliazione automatica delle fatture risparmiando ore di lavoro manuale.
  • Monitori le scadenze in arrivo e sollecitare i clienti ritardatari nei pagamenti.

Sibill è il tool che ti permette di fare tutto questo, rendendo la gestione del flusso di cassa automatica, veloce e puntuale.
Provalo, senza impegno!

iL temPo è Denaro.
riSparmia Su entRambi

Prova Gratis per 7 giorni

Nessun metodo di pagamento richiesto.

uomo al lavoro protetto da un caschetto di sicurezza

Scopri subito quanto costa Sibill

Richiedi una demo di Sibill

Compila il form e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento secondo le tue disponibilità.