Assegno bancario e assegno circolare: guida alla scelta

Negli ambiti finanziario e commerciale, gli assegni bancari, così come quelli circolari, sono strumenti di pagamento ampiamente utilizzati. Ma qual è l’opzione migliore da scegliere nelle varie situazioni? In questo articolo, ci concentriamo sulle differenze principali che intercorrono tra queste due tipologie, esaminiamo i vantaggi e gli svantaggi, nonché i contesti in cui è preferibile optare per l’uno piuttosto che per l’altro.

Cosa sono gli assegni bancari e circolari

Gli assegni bancari e gli assegni circolari sono strumenti di pagamento, entrambi utilizzati nel sistema bancario per trasferire fondi da un conto corrente a un altro. Tuttavia, presentano differenze significative nel modo in cui vengono utilizzati.

Gli assegni bancari sono emessi direttamente da una persona o da un’azienda che possiede un conto corrente presso un istituto bancario. Questo tipo di assegno è garantito dalla banca emittente ed è, quindi, considerato più sicuro rispetto agli assegni personali. L’emittente scrive l’importo dell’assegno e lo firma, impegnandosi a pagare, al beneficiario, la somma indicata.

D’altra parte, gli assegni circolari sono emessi direttamente dalla banca. Quando un individuo o un’azienda desidera effettuare un pagamento tramite assegno circolare, trasferisce i fondi al proprio istituto bancario, che emette quindi l’assegno a favore del beneficiario. Poiché la banca garantisce i fondi, gli assegni circolari sono considerati più sicuri rispetto agli assegni bancari.

Tempi per l’incasso degli assegni

Gli assegni bancari e circolari possono avere tempi di incasso diversi. Gli assegni bancari potrebbero richiedere alcuni giorni per essere compensati, mentre gli assegni circolari sono, di solito, incassabili immediatamente.

È importante notare che gli assegni bancari e circolari possono essere revocati solo in circostanze particolari e in conformità con le leggi e le normative bancarie.

Differenze principali tra assegno bancario e assegno circolare

Accertato che gli assegni bancari, così come quelli circolari, condividono lo scopo di trasferire denaro da un emittente a un beneficiario, con l’intercessione più o meno significativa della banca, è possibile affermare che le differenze principali tra gli assegni bancari e circolari sono relative alla tipologia di emissione, al grado di sicurezza e all’ occasione di utilizzo.

In sintesi:

  • in merito all’emissione, gli assegni bancari sono erogati direttamente dal correntista, mentre gli assegni circolari sono emessi dalla banca;
  • per quanto concerne la sicurezza, invece, gli assegni circolari sono considerati più sicuri poiché sono garantiti direttamente dalla banca, mentre gli assegni bancari dipendono dalla disponibilità di fondi sul conto corrente del correntista;
  • infine, relativamente, alle occasioni di utilizzo, gli assegni bancari possono essere utilizzati per pagamenti di importi variabili e possono essere emessi anche senza copertura sufficiente sul conto corrente. Gli assegni circolari, invece, sono spesso utilizzati per pagamenti di importi fissi e richiedono la disponibilità immediata dei fondi sulla carta del correntista.

Vantaggi e svantaggi degli assegni bancari e circolari

Scegliendo di emettere un assegno bancario, puoi contare su:

  • Flessibilità nell’emissione. 
  • Possibilità di emissione anche in caso di fondi insufficienti sul conto corrente. 
  • Ampia accettazione presso i beneficiari.

D’altra parte, però, gli svantaggi dell’assegno bancario sono:

  • Maggior rischio di frodi o contraffazioni.
  • Possibilità che si verifichi una situazione di assegno scoperto, nell’eventualità i fondi non siano sufficienti. In questo caso, la banca può addebitare delle commissioni al correntista e il beneficiario potrebbe richiedere il pagamento dell’importo dovuto.

Scegliendo, invece, un assegno circolare puoi contare su:

  • Maggiore sicurezza, poiché garantito direttamente dalla banca. 
  • Accettazione immediata presso i beneficiari. 
  • Minore rischio di insolvenza.

Lo svantaggio principale dell’assegno circolare è, sostanzialmente, la maggiore complessità nell’emissione, in quanto richiedono la disponibilità immediata dei fondi presso l’istituto bancario.

Quando optare per un assegno bancario o circolare

La scelta tra un assegno bancario e circolare dipende dalle esigenze specifiche della transazione e dalle preferenze individuali ed è consigliabile valutare attentamente le proprie esigenze finanziarie e consultare un esperto prima di effettuare una scelta.

In generale, possiamo affermare che gli assegni bancari offrono maggiore flessibilità nell’emissione, mentre gli assegni circolari garantiscono maggiore sicurezza.

Hai mai pensato di scegliere uno strumento per la gestione automatica della liquidità?

Per semplificare la gestione del flusso di cassa aziendale e monitorare attentamente la propria liquidità, molte imprese si affidano a strumenti e software dedicati. Sibill è uno di questi: progettato per supportare le aziende, aiuta a monitorare e a gestire i cashflow in modo efficiente, senza incorrere nel rischio di errori dovuti alla compilazione manuale. 

Con Sibill puoi:

  • collegare tutti i conti bancari per analizzare saldi e movimenti in un unico posto;
  • collegare i sistemi contabili per importare le fatture e ottenere la prima nota con un clic;
  • automatizzare la previsione di cassa e anticipare problemi di liquidità;
  • effettuare la riconciliazione automatica delle fatture risparmiando ore di lavoro manuale;
  • impostare delle notifiche per ricordarti tutti i pagamenti da effettuare o da ricevere.

Prova Sibill, senza impegno!

iL temPo è Denaro.
riSparmia Su entRambi

Prova Gratis per 7 giorni

Nessun metodo di pagamento richiesto.

uomo al lavoro protetto da un caschetto di sicurezza

Scopri subito quanto costa Sibill

Richiedi una demo di Sibill

Compila il form e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento secondo le tue disponibilità.