Cos’è l’indice di rotazione del magazzino e come si calcola

Tra gli indicatori chiave per la gestione delle scorte aziendali, c’è l’indice di rotazione del magazzino. Si tratta di un parametro che consente di valutare l’efficienza della gestione del magazzino, determinando quante volte le scorte vengono rinnovate in un certo lasso di tempo. In questo articolo, approfondiremo l’argomento, cercando di dare tutte le specifiche utili alla comprensione di questo concetto essenziale.

Definizione dell’indice di rotazione

Quante volte le scorte di magazzino vengono vendute e sostituite in un periodo di tempo? L’indice di rotazione del magazzino risponde proprio a questa domanda, considerando, usualmente, l’anno come lasso temporale di riferimento. Calcolare questo indice aiuta a comprendere la rapidità con cui un’azienda riesce a vendere i propri prodotti e a rifornire il magazzino, dimostrando dunque la sua dinamicità nel mercato.

L’importanza dell’indice di rotazione delle scorte

Come accennato, valutare la capacità di un’azienda di vendere rapidamente le proprie scorte e di ridurre le scorte, equivale a comprendere se, e in che modo, l’attività riesce a ridurre i costi del magazzino e minimizzare il rischio di obsolescenza  dei prodotti. In quest’ottica, un alto indice di rotazione del magazzino suggerisce una gestione positiva del magazzino mentre, al contrario, un basso indice di rotazione del magazzino può suggerire problemi nella gestione delle vendite o un surplus di scorte che non si riesce a smaltire.

La formula della rotazione del magazzino

Esistono diverse formule per il calcolo dell’indice di rotazione del magazzino. Quella che ti proponiamo noi è relativamente semplice. Vediamola insieme:
Indice di Rotazione del Magazzino = Costo delle Merci Vendute / Giacenza Media di Magazzino

Dove, il costo delle merci vendute – o COGS, acronimo di Cost of Goods Sold – è il costo diretto sostenuto dall’azienda per produrre i beni venduti durante un periodo specifico. Questo valore include il costo delle materie prime, della manodopera e delle spese generali di produzione.

Mentre, la giacenza media di magazzino rappresenta il valore medio delle scorte presenti in magazzino, durante uno specifico periodo. Il suo calcolo si ottiene sommando il valore delle scorte all’inizio del periodo prestabilito e alla fine dello stesso. Il risultato, in seguito diviso per due, fa ottenere la giacenza media di magazzino.

Giacenza Media del Magazzino = (Valore Iniziale delle Scorte + Valore Finale delle Scorte) / 2

Esempio pratico di calcolo dell’indice di rotazione

Per comprendere meglio come calcolare l’indice di rotazione del magazzino, vediamo un esempio pratico. Supponiamo che un’azienda abbia registrato un costo delle merci vendute di 600.000 euro nell’ultimo anno e che il valore iniziale delle scorte fosse di 150.000 euro, mentre quello finale è di 200.000 euro.

Come prima cosa, calcoliamo la giacenza media di magazzino, quindi:
Giacenza Media di Magazzino = (150.000 + 200.000) / 2 = 175.000 euro

Ora possiamo passare a calcolare l’indice di rotazione del magazzino:
Indice di Rotazione del Magazzino = 600.000 / 175.000 = 3,42

Questo significa che l’azienda ha rinnovato le sue scorte più di 3 volte nell’arco di un anno.


Strategie per migliorare la rotazione del magazzino

In quest’ultimo paragrafo troverai, infine, alcuni consigli utili per migliorare l’indice di rotazione del magazzino:

• monitoraggio costante delle scorte
Avere sotto controllo le scorte consente di identificare rapidamente eventuali eccedenze o carenze, permettendo di prendere decisioni tempestive per ottimizzare la gestione del magazzino;

• implementazione di sistemi di gestione del magazzino
L’adozione di sistemi di gestione del magazzino – o WMS – può automatizzare e ottimizzare molti processi di gestione delle scorte, migliorando l’efficienza e riducendo gli errori;

analisi delle vendite e della domanda
Analizzare pedissequamente dati di vendita e la domanda di mercato permette di
prevedere meglio le necessità di scorte e di evitare sia le rotture di stock sia l’accumulo di merci invendute;

• miglioramento delle previsioni di vendita
Utilizzare modelli predittivi e sistemi per l’analisi dei dati può aiutare a prevedere con maggiore precisione la domanda futura.

In conclusione, un indice elevato indica una buona gestione delle scorte e un rapido turnover dei prodotti, riducendo i costi di stoccaggio e il rischio di deprezzamento delle merci. Inoltre, un alto indice di rotazione può migliorare la liquidità dell’azienda, poiché i prodotti venduti generano rapidamente entrate che possono essere reinvestite in nuove scorte o in altre aree del business. Comprendere come si calcola e quali sono le strategie per migliorarlo può fare la differenza nella competitività e nell’efficienza operativa di un’azienda

Gli strumenti per il calcolo dell’indice di rotazione

Monitorare costantemente l’indice di rotazione del magazzino e adottare le migliori pratiche di gestione del magazzino sono passi fondamentali per ottimizzare le operazioni e aumentare la redditività. Utilizzare un software come Sibill può contribuire significativamente a garantire la solidità finanziaria e la sostenibilità nel lungo termine.

Sibill automatizza la gestione del flusso di cassa, consentendo di risparmiare tempo e limitare il rischio di fare previsioni sbagliate; con questo strumento puoi categorizzare in modo automatico e personalizzato le tue transazioni, velocizzare il controllo dei trend di costi e ricavi e analizzare il flusso di cassa. Inoltre, Sibill si collega velocemente e in totale sicurezza al tuo strumento di fatturazione aziendale, permettendoti di analizzare i movimenti e progettare in anticipo le tue azioni future.

In pochi clic:

  • Colleghi tutti i conti bancari per analizzare saldi e movimenti in un unico posto, in modo facile e in totale sicurezza secondo la normativa PSD2;
  • Colleghi i sistemi contabili per importare le fatture e ottenere la prima nota con un clic;
  • Automatizzi la previsione di cassa e anticipi eventuali problemi di liquidità;
  • Effettui la riconciliazione automatica delle fatture risparmiando ore di lavoro manuale;
  • Monitori le scadenze in arrivo e solleciti  i clienti ritardatari nei pagamenti.

Sei alla ricerca di un alleato semplice e veloce da installare per gestire in modo efficace la tua liquidità, prova Sibill, senza impegno!

iL temPo è Denaro.
riSparmia Su entRambi

Prova Gratis per 7 giorni

Nessun metodo di pagamento richiesto.

uomo al lavoro protetto da un caschetto di sicurezza

Scopri subito quanto costa Sibill

Richiedi una demo di Sibill

Compila il form e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento secondo le tue disponibilità.