Castelletto bancario delle aziende: cos’è e come funziona?

Castelletto bancario

Il castelletto bancario ricopre un ruolo importante nella gestione finanziaria di un’azienda. Il suo obiettivo è quello di garantire l’accesso a finanziamenti favorevoli e di scongiurare eventuali perdite di liquidità. In questo articolo, daremo una prima definizione del termine, per poi fornire alcuni semplici consigli per gestire correttamente la liquidità aziendale.

Che cos’è il castelletto bancario?

Con il termine castelletto bancario si intende un deposito di denaro che l’azienda deve mantenere presso una banca, come garanzia per ottenere finanziamenti o specifici servizi bancari. Questo deposito agisce come una forma di protezione per la banca nel caso in cui l’azienda non sia più in grado di rispettare i propri impegni finanziari.

  • Il castelletto bancario è importante per le aziende perché dimostra alla banca la solidità finanziaria dell’azienda e la sua capacità di gestire responsabilmente le risorse finanziarie. Questo può facilitare l’accesso a prestiti e servizi bancari più favorevoli;
  • Riduce il rischio per le banche. Nel caso in cui l’azienda si trovi in difficoltà finanziarie e non sia in grado di soddisfare i suoi obblighi, la banca può utilizzare il castelletto per coprire le perdite, contribuendo a mantenere un rapporto positivo tra banca e azienda.

Come funziona il castelletto bancario?

Il castelletto bancario funziona in modo relativamente semplice. Quando un’azienda richiede un prestito o un servizio bancario che richiede un castelletto, la banca valuta la situazione finanziaria dell’azienda e determina l’importo del castelletto. Questa somma viene quindi depositata presso la banca e rimane immobilizzata fino a quando l’azienda non avrà adempiuto ai propri obblighi finanziari o avrà concluso il rapporto contrattuale con la banca. In caso di inadempienza, la banca può utilizzare il castelletto per coprire eventuali debiti non pagati.

Abbiamo detto che l’istituto bancario determina l’importo del castelletto: ma come viene calcolato?
La banca utilizza modelli di valutazione del rischio per determinare l’importo ottimale, considera la situazione finanziaria dell’azienda, la sua capacità di generare flussi di cassa positivi e il tipo di finanziamento o servizio richiesto. In genere, quanto più l’azienda è stabile e quanto più basso sarà il rischio creditizio associato a essa, minore sarà l’importo del castelletto richiesto.

Le tipologie di castelletto bancario

Esistono diverse tipologie di castelletto bancario, ciascuna adatta alle specifiche esigenze finanziarie di un’azienda. Le principali categorie di castelletto bancario includono:

  • il castelletto per le Ri.Ba. o ricevute bancarie;
  • il castelletto per l’anticipo fatture.

Il castelletto per le ricevute bancarie è utilizzato quando un’azienda riceve pagamenti tramite bonifici bancari. Questo tipo di castelletto garantisce che l’azienda non utilizzi immediatamente i fondi ricevuti, ma li mantenga presso la banca come garanzia per coprire debiti futuri. È particolarmente utile per aziende con un alto volume di transazioni bancarie.
Si ricorre, invece, al castelletto per l’anticipo fatture quando un’azienda deve anticipare i pagamenti delle sue fatture da parte dei clienti. In questo caso, l’azienda deposita una somma presso la banca come garanzia, consentendo alla banca di anticipare i fondi corrispondenti alle fatture emesse dall’azienda.

Quali sono i rischi per le aziende legati al castelletto bancario?

Non vi è dubbio che il castelletto bancario offra numerosi vantaggi, tuttavia ci sono anche aspetti più critici. Uno dei rischi principali è legato all’immobilizzazione di una parte dei fondi dell’azienda presso l’istituto bancario. La negatività risiede nel fatto che questi fondi potrebbero essere impiegati in modo più produttivo, in altre opportunità di investimento, a supporto della crescita aziendale. Inoltre, qualora l’azienda non riuscisse a onorare i propri obblighi finanziari, il castelletto verrà utilizzato dalla banca per coprire i debiti: questo agisce, inevitabilmente, sulla liquidità dell’azienda, influendo negativamente sulla sua reputazione finanziaria.

Come gestire con semplicità il castelletto ed evitare i rischi?

Per semplificare la gestione del castelletto bancario in azienda, è possibile utilizzare strumenti come Sibill, che automatizzano la gestione del flusso di cassa. Sibill consente alle aziende di tenere traccia delle proprie transazioni, di monitorare le scadenze e di garantire che il castelletto sia sempre in linea con i requisiti della banca. Inoltre, Sibill offre una visione chiara delle transazioni finanziarie e dei flussi di cassa, consentendo un controllo efficace della situazione finanziaria aziendale.

Affidandoti a Sibill puoi: 

  • Collegare tutti i conti bancari per analizzare saldi e movimenti in un unico posto;
  • Collegare i sistemi contabili per importare le fatture e ottenere la prima nota con un clic;
  • Automatizzare la previsione di cassa e anticipare problemi di liquidità;
  • Effettuare la riconciliazione automatica delle fatture risparmiando ore di lavoro manuale;
  • Impostare delle notifiche per ricordarti tutti i pagamenti da effettuare o da ricevere.

    Prova Sibill, è gratis! 
iL temPo è Denaro.
riSparmia Su entRambi

Prova Gratis per 7 giorni

Nessun metodo di pagamento richiesto.

uomo al lavoro protetto da un caschetto di sicurezza

Scopri subito quanto costa Sibill

Richiedi una demo di Sibill

Compila il form e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento secondo le tue disponibilità.