Cos’è un ricavo? Calcolo, definizione e cosa c’è da sapere

Nell’ambito dell’economia e della contabilità aziendale, il concetto di ricavo assume un ruolo importante. In termini semplici, il ricavo rappresenta il denaro che un’azienda, o un individuo, guadagna attraverso le proprie attività commerciali, finanziarie o di altro tipo. Ricavo e guadagno sono quindi la stessa cosa? No: mentre il ricavo è il totale delle entrate, il guadagno è il profitto effettivo che si ottiene sottraendo le spese al ricavo. Vediamo nel dettaglio definizione, calcolo e altri aspetti utili relativi al concetto di ricavo.

Quali sono le diverse tipologie di ricavo?

I ricavi di un’azienda o di un professionista possono derivare da diverse fonti. Le principali sono:

Vendite

Per molte aziende, questa è la fonte principale di ricavo. Il ricavo dalle vendite è infatti il denaro generato dalla vendita di beni o servizi ed è condizionato, soprattutto, dalle strategie di pricing, dalla qualità del prodotto e dal servizio clienti.

Interessi

I ricavi da interessi derivano invece da investimenti finanziari, come depositi bancari, obbligazioni o prestiti che generano interesse. Le variazioni nei tassi di interesse, la durata degli investimenti e il tipo di strumento finanziario possono influenzare l’ammontare dei ricavi da interessi.

Affitti

Se si possiedono proprietà immobiliari, i ricavi possono derivare dagli affitti pagati dai locatari. Ad agire direttamente sull’ammontare del ricavo dagli affitti ci sono: la localizzazione, le condizioni dell’immobile, la domanda sul mercato immobiliare e la stabilità dei locatari.

Commissioni

Rappresentano i pagamenti ricevuti per i servizi resi, come le commissioni che siamo soliti saldare a un agente immobiliare o a un broker. La competizione nel settore, la qualità del servizio e la dimensione della clientela sono i fattori che più influenzano il ricavo da commissioni.

Licenze e royalties

Il ricavo da licenze e royalties viene generato attraverso il permesso concesso ad altri di utilizzare proprietà intellettuale, come brevetti, marchi o opere artistiche, in cambio di un pagamento. La popolarità del marchio, la durata della licenza e le condizioni contrattuali possono influenzare i ricavi da licenze e royalties.

Come si calcola un ricavo

Per calcolare un ricavo è necessario considerare la fonte da cui proviene. Per esempio:

  • se il ricavo proviene dalle vendite, dovrai moltiplicare il prezzo di vendita del prodotto per il numero di unità vendute. Per un risultato che non sia troppo approssimativo è bene considerare anche eventuali sconti, resi o crediti;
  • se il ricavo proviene dagli interessi, dovrai moltiplicare il tasso di interesse per il capitale investito;
  • se il ricavo deriva dagli affitti dovrai considerare il canone di affitto, annuale o mensile, e la durata del contratto;
  • se il ricavo deriva dalle commissioni guadagnate per la prestazione di un servizio, dovrai moltiplicare l’importo fisso per il numero delle prestazioni, o considerare la percentuale della transazione destinata alla commissione;
  • se il ricavo proviene da licenze e royalties dovrai moltiplicare l’importo fisso o una percentuale delle vendite per il numero di licenze concesse.

Come viene contabilizzato un ricavo

In contabilità, i ricavi vengono registrati nel momento in cui sono ottenuti, ovvero quando l’azienda ha diritto a ricevere il pagamento. Questo principio è noto come il principio di competenza. I ricavi vengono così registrati nel libro mastro dell’azienda e inclusi nel conto economico.
È importante tenere traccia accurata dei ricavi per monitorare la salute finanziaria dell’azienda e per adempiere agli obblighi fiscali.

Differenza tra ricavo e fatturato

Ricavo e fatturato sono due concetti strettamente correlati, ma non identici. Il fatturato rappresenta il totale delle vendite di beni o servizi prima di dedurre alcune voci come resi, sconti o svalutazioni. Il ricavo, d’altra parte, è il denaro effettivamente incassato dall’azienda dopo aver dedotto queste voci. In determinate circostanze, quindi, ricavo e fatturato differiscono: per esempio, se un cliente non paga una fattura, quella parte del fatturato non si trasforma in ricavo fino a quando non viene effettivamente ricevuta la somma dovuta.

Differenza tra ricavo e guadagno

Come accennato nell’incipit di questo articolo, il ricavo è il totale delle entrate generate da un’attività, mentre il guadagno è il profitto effettivo ottenuto sottraendo le spese al ricavo. Facciamo un esempio pratico: se un’azienda ha ricavi per 200.000 euro e spese per 130.000 euro, il guadagno sarà di 70.000 euro.

Cosa sono i ricavi marginali

I ricavi marginali rappresentano il ricavo aggiuntivo generato da una vendita o da un’unità aggiuntiva di produzione. È calcolato come la variazione del ricavo divisa per la variazione della quantità di prodotto venduta. I ricavi marginali sono importanti per le aziende che devono stabilire quanto produrre o vendere, poiché forniscono informazioni sul guadagno aggiuntivo derivante da un’ulteriore attività. Per esempio, se il ricavo aumenta di 500 euro vendendo una quantità aggiuntiva di 100 unità di un prodotto, il ricavo marginale sarebbe 500 euro diviso per 100 unità, quindi 5 euro per unità. Questo significa che per ogni unità aggiuntiva venduta, l’azienda avrà un ricavo extra pari a 5 euro.

Quali sono i fattori che influenzano i ricavi

Vediamo nel dettaglio, quali sono i fattori che influenzano i I ricavi di un’azienda:

  • prezzo per unità – un cambiamento nel prezzo di vendita può influenzare direttamente il ricavo. Per esempio, una riduzione del prezzo potrebbe aumentare il volume delle vendite, aumentando così il ricavo complessivo;
  • volume delle vendite – un aumento delle vendite può portare a un incremento dei ricavi, anche se il prezzo rimane costante. Le attività di marketing, la domanda dei consumatori e le strategie di distribuzione possono influenzare il volume delle vendite.
  • concorrenza – un mercato altamente competitivo potrebbe richiedere prezzi più bassi per rimanere competitivi, riducendo così i ricavi.
  • stagionalità alcune attività possono avere fluttuazioni nei ricavi in base alla stagione. Per esempio, le vendite al dettaglio tendono ad aumentare durante le vacanze natalizie, mentre le vendite di prodotti stagionali come gli articoli per il giardinaggio possono aumentare con l’arrivo della bella stagione.
  • economia – le condizioni economiche generali possono influenzare la domanda dei consumatori e quindi i ricavi dell’azienda. Durante periodi di recessione economica, per esempio, i consumatori potrebbero essere più inclini a ridurre le loro spese, influenzando negativamente i ricavi delle imprese.

Prova il software per una gestione finanziaria consapevole

In conclusione, l’analisi dei ricavi può aiutare le aziende a prendere decisioni informate per massimizzare il loro potenziale di guadagno e crescita. Utilizzare un software come Sibill può contribuire significativamente a garantire la solidità finanziaria e la sostenibilità nel lungo termine della tua azienda.

Sibill automatizza la gestione del flusso di cassa, consentendo di risparmiare tempo e limitare il rischio di fare previsioni sbagliate; con questo strumento puoi categorizzare in modo automatico e personalizzato le tue transazioni, velocizzare il controllo dei trend di costi e ricavi e analizzare il flusso di cassa. Inoltre, Sibill si collega velocemente e in totale sicurezza al tuo strumento di fatturazione aziendale, permettendoti di analizzare i movimenti e progettare in anticipo le tue azioni future.

In pochi clic:

  • Colleghi tutti i conti bancari per analizzare saldi e movimenti in un unico posto, in modo facile e in totale sicurezza secondo la normativa PSD2;
  • Colleghi i sistemi contabili per importare le fatture e ottenere la prima nota con un clic;
  • Automatizzi la previsione di cassa e anticipi eventuali problemi di liquidità;
  • Effettui la riconciliazione automatica delle fatture risparmiando ore di lavoro manuale;
  • Monitori le scadenze in arrivo e solleciti  i clienti ritardatari nei pagamenti.

Sei alla ricerca di un alleato semplice e veloce da installare per gestire in modo efficace la tua liquidità, prova Sibill gratis!

iL temPo è Denaro.
riSparmia Su entRambi

Prova Gratis per 7 giorni

Nessun metodo di pagamento richiesto.

uomo al lavoro protetto da un caschetto di sicurezza

Scopri subito quanto costa Sibill

Richiedi una demo di Sibill

Compila il form e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento secondo le tue disponibilità.