Ricavo: definizione e dettagli di una metrica importante

Nel contesto finanziario di un’azienda, il concetto di ricavo ricopre un ruolo importante. Esso rappresenta l’ammontare totale dei proventi generati da un’attività economica. Nei prossimi paragrafi, parleremo approfonditamente di questa metrica: capiremo come calcolarlo, come viene contabilizzato ed esploreremo le diverse tipologie di ricavo esistenti, nonché le differenze che ci sono tra i concetti di con il fatturato e il guadagno.

Cos’è un ricavo?

Iniziamo con la sua semplice definizione. Come accennato, il termine ricavo si riferisce al totale delle entrate economiche generate da un’azienda o da un professionista, attraverso la vendita di beni o servizi, e/o da altre fonti come: interessi, affitti, commissioni, licenze e royalties. In sostanza, rappresenta il flusso di denaro che entra nelle casse dell’azienda e nelle tasche del professionista, a seguito delle loro attività economiche.

Quali sono le diverse tipologie di ricavo?

Esistono diverse tipologie di ricavo. Le aziende possono averne tutte, o solo in parte. Vediamo insieme le più frequenti:

Vendite: questo è ovviamente il tipo più comune di ricavo ed è generato dalla vendita di beni o servizi;
Interessi: ricavo tipicamente attribuibile agli istituti bancari, definisce i ricavi, sotto forma di interessi, sui prestiti erogati;
• Affitti: se una persona o un’azienda possiede proprietà immobiliari e le affitta, le entrate contestuali costituiscono una fonte di ricavo;
Commissioni: agenzie o intermediari possono guadagnare attraverso commissioni derivanti dall’erogazione semplificata di transazioni o servizi;
Licenze e royalties: quando un’organizzazione concede il diritto di utilizzo di un suo prodotto o marchio a terzi, può generare ricavi attraverso licenze e royalties.

Come si calcola un ricavo

La formula di base per il calcolo del ricavo è la seguente:

Ricavo = Prezzo unitario × Quantità

Dove:

  • il prezzo unitario rappresenta il prezzo di vendita di un singolo bene o servizio;
  • la quantità indica il numero di beni o servizi venduti.

Facciamo un esempio. Se un’azienda vende 100 prodotti al prezzo di 10 euro ciascuno, il ricavo sarà:

10  × 100  = 1000
10 euro / prodotto × 100 prodotti = 1000€

Come viene contabilizzato un ricavo

Il ricavo viene registrato nei libri contabili di un’azienda al momento della transazione. In contabilità, la registrazione del ricavo segue il principio di competenza economica: questo significa che viene riconosciuto quando la vendita o l’erogazione del servizio avviene, indipendentemente dal momento in cui il pagamento effettivo è ricevuto.

Differenza tra ricavo e fatturato

Il termine fatturato è spesso usato in modo intercambiabile con quello di ricavo, ma hanno significati leggermente diversi. Mentre il ricavo rappresenta l’importo totale delle entrate, il fatturato è l’ammontare totale delle vendite effettuate da un’azienda in un determinato periodo di tempo. Il fatturato, quindi, può includere anche le vendite a credito, che potrebbero non essere ancora state incassate.

Differenza tra ricavo e guadagno

Anche i termini guadagno e ricavo non sono equivalenti. Il guadagno è, infatti, un concetto più ampio rispetto a quello di ricavo, che incorpora sia il ricavo che le spese. In altre parole, mentre il ricavo rappresenta l’entrata, il guadagno è ciò che rimane dopo aver sottratto le spese dal ricavo. La differenza tra ricavo e guadagno è quindi costituita dai costi operativi, dalle tasse e da altri oneri specifici.

Cosa sono i ricavi marginali

I ricavi marginali rappresentano il cambiamento nel ricavo totale a seguito della produzione – o della vendita – di un’unità aggiuntiva di un bene o servizio. In sintesi, misurano l’incremento di ricavo derivante dalla vendita di un’unità in più. Calcolare i ricavi marginali è essenziale per ottimizzare il processo decisionale e massimizzare i profitti, in quanto fornisce informazioni cruciali sul cambiamento nella produzione o nelle vendite associato a una singola unità aggiuntiva. 

Sono diversi i fattori che possono influenzare i ricavi di un’azienda. Ecco i principali:

  • prezzo e quantità – cambiamenti nei prezzi attribuiti o nelle quantità vendute possono avere un impatto significativo sui ricavi complessivi;
  • concorrenza – l’ambiente competitivo può influenzare la domanda dei prodotti o servizi e, di conseguenza, i ricavi;
  • cicli economici – le fluttuazioni dell’economia possono influenzare la spesa dei consumatori e, di conseguenza, i ricavi delle imprese;
  • innovazioni – l’introduzione di nuovi prodotti o servizi possono aumentare la domanda e i relativi ricavi;
  • efficienza operativa – migliorare l’efficienza può ridurre i costi operativi, e incrementare i ricavi.

In conclusione, comprendere il concetto di ricavo è essenziale per la gestione finanziaria di un’azienda. Calcolare accuratamente i ricavi, distinguere tra ricavo e fatturato, e analizzare i fattori che influenzano questa metrica possono contribuire a prendere decisioni informate e a garantire la sostenibilità e la crescita a lungo termine dell’attività economica.

Lo strumento per la gestione automatica della liquidità

Per semplificare la gestione del flusso di cassa aziendale e facilitare il calcolo degli indici che riflettono lo stato aziendale, molte imprese si affidano a strumenti e software dedicati. Sibill è uno di questi: progettato per supportare le aziende, aiuta a monitorare e a gestire i cashflow in modo efficiente, senza incorrere nel rischio di errori dovuti alla compilazione manuale. 

Con Sibill puoi:

  • collegare tutti i conti bancari per analizzare saldi e movimenti in un unico posto;
  • collegare i sistemi contabili per importare le fatture e ottenere la prima nota con un clic;
  • automatizzare la previsione di cassa e anticipare problemi di liquidità;
  • effettuare la riconciliazione automatica delle fatture risparmiando ore di lavoro manuale;
  • impostare delle notifiche per ricordarti tutti i pagamenti da effettuare o da ricevere.

Prova Sibill, senza impegno!

iL temPo è Denaro.
riSparmia Su entRambi

Prova Gratis per 7 giorni

Nessun metodo di pagamento richiesto.

uomo al lavoro protetto da un caschetto di sicurezza

Scopri subito quanto costa Sibill

Richiedi una demo di Sibill

Compila il form e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento secondo le tue disponibilità.